Pellegrinaggio di fiducia sulla terra


AGGIORNENTO 4

E’ iniziato il viaggio di ritorno a conclusione di questa esperienza molto significativa.Nella giornata di ieri abbiamo potuto approfondire la conoscenza con gli altri gruppi ospitati dalla parrocchia, in particolare ucraini, francesi, ungheresi oltre che noi e chiaramente i polacchi. Alla mattina dopo la preghiera ci siamo divisi in piccoli gruppi internazionali e confrontato su alcune domande riguardo al vivere la proprio fede. Molto arricchente l’esperienza di altri giovani europei. Alla sera abbiamo atteso insieme il nuovo anno con un momento di preghiera.

Poi è continuata la festa con musica, danze e balli proposte dalle varie nazioni.La condivisione, il dialogo, l’attenzione all’altro, ad ogni livello, anche se difficile e impegnativa (come il tradurre continuamente in lingue diverse) non è mai tempo perso e noi abbiamo potuto viverlo e sperimentarlo. Grati per quanto vissuto. Buon viaggio.

————————————-

AGGIORNAMENTO 3

Ormai si prende confidenza con il ritmo di vita di questa esperienza scandito dalla preghiera fatta nelle parrocchie al mattino e da quella comunitaria alla sera in città. È uno stile che ci custodisce e ci accompagna per delle giornate stupende.Ed è proprio sullo stile di vita che la meditazione di questa sera ci ha fatto riflettere: uno stile di vita più sobrio, attento alla salvaguardia del creato e alla protezione della biodiversità.

Come si vede è uno stile che qui si può vivere e ci si accorge che non manca nulla, anzi si crea più spazio per la relazione con l’altro.La giornata si è poi conclusa nel migliore dei modi, con lannuncio di Torino come sede del prossimo raduno europeo dei giovani dal 28 dicembre 2020 al 01 gennaio 2021

https://www.taize.fr/spip.php?page=print&id_article=27120https://www.vaticannews.va/it/chiesa/news/2019-12/torino-sede-incontro-europeo-taize.html

————————————-

AGGIORNAMENTO 2

La città di Breslavia mostra chiaramente il volto di una città del nord con i suoi tetti molto spioventi e di una città dell’est dove a edifici molto curati si affiancano altri decisamente più semplici.

Abbiamo visitato la Cattedrale molto curata sia all’interno che all’esterno e le piazze della città inondate di aria natalizia.La preghiera oggi ci ha permesso di entrare ancora più in comunione con la parricchia che ci accoglie, celebrando con loro in polacco questa mattina, mentre nella preghiera della sera è stato più evidente l’aspetto ecumenico.

Abbiamo infatti pregato nella chiesa greco cattolica, ed oltre ai frere di Taizé erano presenti i pastori di questo rito.

La meditazione di frere Alois ci ha richiamato all’importanza dell’accoglienza che ci arricchisce e l’importanza dei valori della fraternità e dell’attenzione all’altro.

Di seguito la meditazione di questa sera

https://www.taize.fr/spip.php?page=print&id_article=27104

————————————-

AGGIORNAMENTO 1

Nonostante le 15 ore abbondanti di viaggio, l’accoglienza ricevuta ci ha fatto dimenticare tutta la stanchezza e la fatica. Le famiglie ci hanno aperto le porte delle loro case, senza sapere chi siamo e da dove veniamo, senza fare domande, senza conoscere se saremmo stati maschi o femmine, del nord o del sud del mondo, poveri o benestanti…una accoglienza gratuita e generosa che fa molto pensare in questi tempi di diffidenza e di sfiducia nel prossimo.Il partecipare poi al primo momento di preghiera insieme ci ha fatto dire che proprio ne valeva la pena: la partecipazione, le lingue diverse che non dividono ma si uniscono in un solo canto, le luci, il silenzio il raccoglimento di migliaia di giovani ci hanno toccato il cuore.

————————————-

È iniziata di 5 giovani della nostra unità pastorale, che dal 28 dicembre al 01 gennaio parteciperanno insieme ad altri 15 mila giovani europei, a questa iniziativa promossa dalla comunità di Taizé. L’incontro internazionale dei giovani che ogni anno si tiene tra Natale e Capodanno ha come scopo quello di condividere la fede, riscoprendone le radici cristiane attraverso la preghiera comune, il confronto e lo scambio. Quest’anno l’incontro si terrà in Polonia nella città di Breslavia (Wrocław), luogo importante in cui la fede è riuscita a sopravvivere anche in tempi molto duri. Un augurio di un buon pellegrinaggio ai nostri giovani.

Ecco alcuni articoli che parlano dell’esistenza

https://www.vaticannews.va/it/papa/news/2019-12/messaggio-papa-taize-polonia-42-raduno-giovani.html

https://www.lastampa.it/vatican-insider/it/2019/12/27/news/i-giovani-di-taize-in-polonia-il-papa-collaborate-alla-trasformazione-del-mondo-1.38258766

Please follow and like us: