La liberazione


Ordinò loro, che oltre al bastone, non prendessero nulla per il viaggio:
né pane, né bisaccia, né denaro nella borsa;
ma calzati solo i sandali, non indossassero due tuniche.
(Mc 6,8-9)

Quattro del mattino e mendicare il pranzo. Questi sono i due punti con cui possiamo riassumere la quinta (e penultima) giornata di cammino verso Siena.
Ci siamo diretti verso Monteriggioni con la luna ancora alta nel cielo per un bosco, il che ha reso l’atmosfera quasi fiabesca.
Arrivati verso le otto a Colle Val D’Elsa abbiamo sperimentato la vera vita del pellegrino: mendicando il pranzo. Fermarsi per le case e chiedere un po’ di pane é stata un’esperienza che ci ha sicuramente divertito, ma ha anche messo alla prova il nostro coraggio di interagire con estranei e la capacità di accettare un rifiuto. Il pranzo non é stato sicuramente uno dei più abbondanti, ma possiamo dire di essercelo sudato e meritato.
Il cammino ha proseguito sotto il sole cocente di mezzogiorno e per questo alcuni di noi hanno fatto un bagno in un torrente per rinfrescarsi dalla calura.
Siamo quindi arrivati alla nuova sistemazione, dove però l’aria condizionata continua ad essere un miraggio.

San Gimignano–>Monteriggioni

Please follow and like us: